CHI SIAMO

Presentazione CIO CLUB ITALIA e delegati regionali

Il CIO CLUB ITALIA è un’Associazione di CIO e IT MANAGER creata nell’ottobre 2019 e che conta attualmente circa 500 iscritti a livello nazionale.
Nasce dalla volontà di professionisti operanti nell’ambito delle Information and Communication Technology di realizzare una libera associazione tra chi abbia voglia di condividere conoscenza, confrontarsi per lavoro o per passione, nella gestione dei dipartimenti IT di aziende pubbliche e private.
Diversi gli obiettivi che hanno spinto i CIO ad unirsi:

    Formazione tecnica su piattaforme e soluzioni

    Confronto su temi e soluzioni orientate all’innovazione digitale

    Scouting e approfondimento di nuove tecnologie

    Valorizzazione dei ruoli dell’ICT nelle aziende

    Agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro in ambito ICT

    Dopo solo 15 mesi in cui sono state molteplici le attività e le iniziative intraprese, il CIO CLUB ITALIA entra a far parte di Repubblica Digitale, l’iniziativa strategica nazionale promossa dal ì Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri che si pone come obiettivo la massima inclusione digitale e l’educazione sulle tecnologie del futuro, accompagnando il processo di trasformazione digitale del Paese https://repubblicadigitale.innovazione.gov.it/it/

    Questo risultato inorgoglisce il Direttivo, rendendolo maggiormente consapevole di quanto sia importante presentare ai propri associati attività e soluzioni sempre più innovative, a supporto del ruolo del CIO e del business aziendale.
    L’Associazione prevede durante l’anno in corso l’organizzazione di diversi momenti di confronto attraverso:

    • Incontri con produttori di tecnologie e soluzioni innovative
    • Percorsi formativi per associati e non
    • Creazione di rete di contatti e collaborazioni
    • Visite presso produttori di soluzioni e centri di interesse
    • Incontri con i «guru» della tecnologia
    • Incontri con startup tecnologiche
    • Survey per individuare interessi e aspettative degli Associati
    • Aggiornamento attraverso le newsletter settimanali e speciali

    A favore degli iscritti, l’Associazione mette a disposizione anche l’opportunità di:

    Ricevere una newsletter settimanale con gli aggiornamenti delle attività previste

    Utilizzare il canale Open TLC per interviste mirate ai CIO associati

    Partecipare alla rubrica di Podcast “4 chiacchiere con…” realizzate da Radio IT

    Ricevere una Carta d’identità associati basata su tecnologia blockchain

    Usufruire di numerose convenzioni in ambito tecnologico e di formazione

    Tra gli obiettivi principali del 2021, l’Associazione prevede di ampliare il numero dei propri associati nel Lazio e in Puglia, formalizzando l’entrata nel team di:

    Referente Lazio

    Dott. Pietro Berrettoni, ICT Manager con oltre venticinque anni di esperienza sviluppata in aziende di grandi dimensioni. In Angelini ha ricoperto diversi ruoli in ambito ICT contribuendo allo sviluppo di progetti innovativi ed inclusivi. Recentemente in Angelini Holding ha assunto la responsabilità dell’unità Digital & Innovation con l’obiettivo di essere il punto di riferimento dell’innovazione per tutto il Gruppo Angelini e svolgere un ruolo di broker, pivot ed incubatore degli ecosistemi di startup, dei centri di ricerca e delle università, favorendo la collaborazione tra le divisioni di business, con l’obiettivo di trasformare le migliori idee in valore reale e misurato.

    Il Dott. Berrettoni avrà il compito di coordinare le attività per gli associati basati nel Lazio.

    Referente Marche

    Roberto…coming soon sulle Marche

    Referente Piemonte

    Il Dott. Gianluca Minieri avrà il compito di coordinare le attività per gli associati basati in Piemonte.

    Referente Puglia

    Gerolamo Camarda. Ho iniziato ad occuparmi come professione di IT nel 1982, anche se i primi approcci risalgono ad un paio di anni prima. Il mio mantra è sempre stato Data First: non a caso, quando nel lontano 1987 fondai una società la chiamai Dataware, mentre i nomi dei miei competitor includevano invariabilmente Hardware e/o Software. Per me la tecnologia è un mezzo, non un fine; i dati sono un supporto alle decisioni e, come diceva Lord Kelvin, non puoi migliorare ciò che non puoi misurare.
    Nel 1996 passai dall’altra parte della barricata, diventando responsabile sistemi informativi in gruppo industriale (costruzioni edili e turismo), e da allora ho ricoperto in diverse aziende, soprattutto manifatturiere, tale ruolo.
    Professionalmente nel tempo si sono aggiunte altre grandi passioni: nel 1998 la qualità, qualche anno più tardi la Business Intelligence, poi il controllo di gestione, il controllo della produzione e la logistica. Ultime in ordine di tempo la Lean Production, l’IOT e l’AI. Parlo la lingua dell’azienda, prima e meglio dei linguaggi di programmazione.
    Ho sempre cercato un buon equilibrio tra lavoro e famiglia, tra crescita professionale e umana, tra ragione e passione; spero di esserci riuscito.

    Siamo i CIO d’Italia! Guidiamo il cambiamento verso un futuro digitale!

    Share This